House Ad
House Ad

Mediacenter24 - Video

Ricerca libera

Scegli canale

Manet a Venezia, la meraviglia di Olympia e la Venere di Tiziano

DESCRIZIONE

Venezia (TMNews) - Una serie di opere eccezionali e di accostamenti affascinanti per celebrare il primo grande moderno, Edouard Manet, cui Venezia dedica una mostra a Palazzo Ducale. Un evento che brilla soprattutto per la presenza, accanto ad alcune delle più importanti tele del maestro impressionista, di altri capolavori italiani, che potrebbero averlo influenzato. Quello che è indubbio è la meraviglia che suscita la contigua esposizione dell'Olympia di Manet e della venere di Urbino di Tiziano, due opere universali che sono state prestate rispettivamente dal Musee D'Orsay di Parigi, città da cui mai prima si era allontanata, e dalle Gallerie degli Uffizi di Firenze. Guy Cogeval è il presidente del museo parigino. "Tutte le radici - ci ha spiegato - che possono tornare verso l'Italia mi interessano, e nel caso di Manet c'è quella dannazione di essere sempre rimandato alla Spagna".Nella mostra veneziana, invece, si sottolineano le possibili influenze italiane, di cui quella tizianesca solleva altre suggestive connessioni. "Più guardiamo la Venere di Urbino - ha aggiunto Cogeval - più pensiamo che questo è più influenzato dai modelli canonici di Ingres, che normalmente Manet detestava".Accanto alla "coppia più celebre" spiccano poi in mostra le affinità elettive tra i balconi di Manet e quello che ospita le dame veneziane del Carpaccio, oppure tra il Ridotto di Palazzo Dandolo a San Marco di Francesco Guardi e il ballo mascherato dell'artista francese o ancora il dialogo a distanza tra il Cristo morto di Antonello da Messina e lo stesso tema affrontato, in chiave moderna da Manet. Se a questo si aggiunge la presenza in mostra di altri capolavori come Il piffero e una versione minore della Colazione sull'erba, ecco che il quadro è completo. E da Venezia, città d'arte per eccellenza, riprende vita la lezione di un artista che ha anticipato lo spirito di un'epoca.

PARTECIPA

Voti  

Pubblicità